Mercoledì, Aprile 24, 2019

AREA INGEGNERIA

Percorsi finalizzati a formare specialisti e operatori tecnici nel campo delle azioni progettuali, programmatiche e gestionali relative all'intervento nello spazio inteso come città e ambiente, ma anche all'intervento diretto sull'involucro edilizio, sui rischi legati al territorio e alla gestione del processo di progettazione integrata. 

MA838 - La logistica nel nuovo millennio (1° Edizione)

La rapida evoluzione del settore della logistica industriale e dei trasporti, dell’approvvigionamento e gestione dei materiali e della distribuzione dei prodotti ha determinato una forte domanda di nuove figure professionali che coniugano aspetti altamente specialistici con competenze trasversali quali strategia, economia e management, internazionalizzazione, organizzazione e gestione delle persone, pianificazione strategica delle infrastrutture, gestione della mobilità delle merci e contrattualistica. Il Master  si pone l’obiettivo di fornire le competenze per definire strategie e piani logistici nonché per gestire tecniche, metodi, strumenti e modelli di logistica e di supply chain management nelle sue varie componenti e dimensioni, al fine di formare figure professionali capaci di operare nel variegato settore della logistica, della distribuzione e del trasporto delle merci con piena padronanza degli aspetti organizzativi, gestionali e commerciali.

  • A.A.: 2018/2019
  • Iscrizioni sempre aperte
  • Rilascio credenziali entro 48 ore
  • Prezzo: 1400 €
  • CFU: 60
  • Durata: 1500 ore
  • Decreto Attivazione
  • Scheda

TEMATICA SSD CFU
Strategia e organizzazione aziendale   2
Economia aziendale e controllo di gestione   2
Logistica industriale   14
Gestione dei sistemi logistici   16
Logistica distributiva e trasporti   16
Elaborato finale e discussione   10

 

Una volta perfezionata l’iscrizione, il corsista riceve le credenziali necessarie per accedere alla piattaforma telematica “PegasOnLine”, dove potrà reperire tutti gli strumenti didattici elaborati e a sua disposizione 24h su 24h:• Lezioni video on-line;• Documenti cartacei appositamente preparati; Bibliografia;• Sitografia (link di riferimento consigliati dal docente per approfondimento);• Test di valutazione.Gli esami si terranno presso la sede di Napoli, Milano, Roma e Palermo.
Previo il raggiungimento di un numero minimo di candidati pari a 50 gli esami potranno essere svolti nelle altre sedi d'esame dell'Ateneo in Italia.Inoltre viene dato al corsista l’accesso riservato ad una biblioteca telematica dove sono disponibili materiali di approfondimento, esercitazioni, normative, casi studio, esempi relativi a tutte le tematiche trattate nel master e utili per l’elaborato finale.

Ai corsisti vengono richiesti i seguenti adempimenti:- Studio del materiale didattico appositamente preparato;- Superamento dei test di autovalutazione somministrati attraverso la piattaforma PegasOnline;- Partecipazione alle attività di rete;- discussione dell’elaborato finale che si svolgerà in presenza.Prerequisito per la discussione finale è la partecipazione (previa iscrizione) a una sessione  in aula virtuale in cui verrà condiviso il follow up del percorso didattico  e verranno condivisi con i corsisti i contenuti e le modalità dell’elaborato finale. L’utilizzo dell’aula virtuale permette ai corsisti di poter avere una sessione di confronto di gruppo con il docente senza dover affrontare spostamenti.   Gli esami si terranno presso la sede di Napoli , Roma e Palermo. Previo il raggiungimento di un numero minimo di candidati gli esami potranno essere svolti nelle sedi d'esame, in Italia, dell'Ateneo.Al termine del Master verrà rilasciato al corsista l’attestazione congiunta dall’Università Telematica Pegaso e da Career-tu.

Sono richiesti i seguenti titoli di ammissione: diploma di laurea triennale, specialistica o magistrale in Ingegneria, Architettura, Economia e discipline affini.
 

MA837 - Rigenerazione urbana e sostenibilità ambientale (3° Edizione)

Il Master si colloca nella logica del superamento della fase dell’espansione urbana e del degrado dell’ambiente, per entrare in quella della rigenerazione del patrimonio esistente e della sostenibilità ambientale. Pertanto il Master è finalizzato a specializzare i laureati in ingegneria civile e ambientale, architettura, urbanistica e discipline affini, nel campo della progettazione e realizzazione di interventi di recupero, restauro, riqualificazione e ristrutturazione del patrimonio edilizio e dell’ambiente urbano, secondo i canoni della sostenibilità. Il percorso formativo è centrato sulle competenze disciplinari dell’ingegneria civile, dell’architettura e dell’urbanistica, alle quali si affiancano le necessarie conoscenze nel campo legislativo.

  • A.A.: 2018/2019
  • Iscrizioni sempre aperte
  • Rilascio credenziali entro 48 ore
  • Prezzo: 1000 €
  • CFU: 60
  • Durata: 1500 ore
  • Scheda

TEMATICA SSD CFU
Fondamenti ed esperienze di rigenerazione ICAR/20 3
Tecnologie per il recupero edilizio ICAR/10 10
Progettazione energetica degli edifici ING-IND/11 10
Gestione delle risorse ambientali M-GGR/01 10
Procedure e tecniche di VIA e VAS ING-IND/11 10
Diritto urbanistico e ambientale IUS/10 10
Prova finale   7

 

Una volta perfezionata l’iscrizione, il corsista riceve le credenziali necessarie per accedere alla piattaforma telematica “PegasOnLine”, dove potrà reperire tutti gli strumenti didattici elaborati e a sua disposizione 24h su 24h:

  • Lezioni video on-line;
  • Documenti cartacei appositamente preparati;
  • Bibliografia;
  • Sitografia (link di riferimento consigliati dal docente per approfondimento);
  • Test di valutazione.

Gli esami si terranno presso la sede di Napoli, Milano, Roma e Palermo.
Previo il raggiungimento di un numero minimo di candidati pari a 50 gli esami potranno essere svolti nelle altre sedi d'esame dell'Ateneo in Italia.

L’erogazione del Master si svolgerà in modalità e-learning, con piattaforma accessibile 24 ore/24.Il modello di sistema e-learning adottato prevede l’apprendimento assistito lungo un percorso formativo predeterminato, con accesso a materiali didattici sviluppati appositamente e fruibili in rete e ad un repertorio di attività didattiche interattive, individuali e di gruppo, mediate da computer e guidati da tutor/esperti tecnologici e di contenuto, in grado di interagire con i corsisti e rispondere alle loro domande. Lo studio dei materiali didattici digitali (video lezioni dei docenti con animazioni grafiche) e a stampa (dispense e/o testi) avviene di regola secondo tempi e disponibilità del singolo corsista durante le 24 ore della giornata.

Ai corsisti vengono richiesti i seguenti adempimenti:

  • Studio del materiale didattico appositamente preparato;
  • Superamento dei test di autovalutazione somministrati attraverso la piattaforma PegasOnline;
  • Partecipazione alle attività di rete;
  • Superamento della prova finale che si svolgerà in presenza.

Sono richiesti i seguenti titoli di ammissione:

  • diploma di laurea triennale, specialistica o magistrale in Ingegneria, Architettura e discipline affini. 

 

MA835 - Valorizzazione dei beni culturali (3° Edizione)

Il Master è finalizzato alla formazione di tecnici specializzati nella valorizzazione del patrimonio culturale, in particolare archeologico e architettonico, anche tramite l’utilizzo di strumenti e tecniche multimediali. In tal senso risponde all’esigenza largamente avvertita di affiancare alle azioni di tutela e conservazione del patrimonio, azioni che ne consentano la fruibilità da parte dei cittadini e, al contempo, contribuiscano ad incrementarne il valore economico. Data la natura multidisciplinare del corso, il percorso formativo è basato su un ampio spettro di discipline: architettura, archeologia, ingegneria edile, economia, giurisprudenza, informatica. Il Master forma una figura di operatore tecnico in grado di intervenire nei diversi ambiti di valorizzazione del patrimonio culturale: parchi archeologici, musei, manufatti e complessi di pregio architettonico.

  • A.A.: 2018/2019
  • Iscrizioni sempre aperte
  • Rilascio credenziali entro 48 ore
  • Prezzo: 1000 €
  • CFU: 60
  • Durata: 1500 ore
  • Scheda

TEMATICA SSD CFU
Storia dell’architettura moderna ICAR/18 10
Disegno architettonico ICAR/17 10
Archeologia e Parchi archeologici L-ANT/07 10
Diritto dei beni culturali IUA/10 5
ICT e beni culturali ING-INF/05 10
Programmi e finanziamenti europei SECS-P/07 10
Prova finale   5

 

L’erogazione del Master si svolgerà in modalità e-learning, con piattaforma accessibile 24 ore/24.Il modello di sistema e-learning adottato prevede l’apprendimento assistito lungo un percorso formativo predeterminato, con accesso a materiali didattici sviluppati appositamente e fruibili in rete e ad un repertorio di attività didattiche interattive, individuali e di gruppo, mediate da computer e guidati da tutor/esperti tecnologici e di contenuto, in grado di interagire con i corsisti e rispondere alle loro domande. Lo studio dei materiali didattici digitali (video lezioni dei docenti con animazioni grafiche) e a stampa (dispense e/o testi) avviene di regola secondo tempi e disponibilità del singolo corsista durante le 24 ore della giornata.

Ai corsisti vengono richiesti i seguenti adempimenti:

  • Studio del materiale didattico appositamente preparato;
  • Superamento dei test di autovalutazione somministrati attraverso la piattaforma PegasOnline;
  • Partecipazione alle attività di rete;
  • Superamento della prova finale che si svolgerà in presenza.

Gli esami si terranno presso la sede di Napoli, Milano, Roma e Palermo.
Previo il raggiungimento di un numero minimo di candidati pari a 50 gli esami potranno essere svolti nelle altre sedi d'esame dell'Ateneo in Italia.

Sono richiesti i seguenti titoli di ammissione:

  • diploma di laurea triennale o specialistica o magistrale.

MA834 - Analista del rischio sismico (1° Edizione)D'altra parte, il rischio sismico è maggiormente percepito dove il fenomeno si manifesta frequentemente ed il ricordo di eventi passati è avvertito direttamente dalla comunità. Dove invece il periodo di ritorno è molto lungo, tende a cancellarsi la capacità diretta di ricordare e si alimenta la sensazione di un’assenza di rischio per cui il terremoto è vissuto come un evento straordinario e non come una condizione ordinaria di esistenza in quel territorio. E' dunque fondamentale creare una corretta ed adeguata sensibilità in tema di percezione del rischio sismico attraverso un diverso approccio interdisciplinare ed innovativo anche avvalendosi di moderne tecniche di divulgazione scientifica.Questa doverosa presa di coscienza ha trovato parziale concretizzazione, già da alcuni anni, nella  creazione e formazione di figure professionali specializzate nel settore della sismica e del rischio sismico.Quello che emerge oggi con evidenza, tuttavia, è l’impossibilità di raggiungere, mediante corsi frontali, un numero di professionisti tale da modificare l’approccio tradizionale del ‘Sistema di protezione civile’ alla riduzione del rischio, e la conseguente necessità di predisporre da parte degli attori della formazione una serie di strumenti con cui permettere ai professionisti della riduzione del rischio di poter accedere in modo massivo e geograficamente distribuito ai contenuti dell’offerta formativa secondo forme e modalità innovative.In particolare, l’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Pavia ha rilevato la necessità di un percorso formativo nell’ambito dell’analisi del rischio sismico, che si rivolgesse agli iscritti che già esercitano la professione ed ai giovani ingegneri neolaureati, di ogni provenienza, nonché aperto ad altri ambiti professionali affini.In tale contesto, l’Ordine ha attivato la Fondazione Eucentre, Centro Europeo di Formazione e Ricerca in Ingegneria Sismica, che  si occupa da oltre un decennio di formazione e ricerca nel campo della riduzione del rischio sismico, anche in virtù di un convenzione in essere che prevede esplicitamente la possibilità di collaborare nell’organizzazione congiunta di formazione anche per via telematica. Eucentre ha messo a disposizione la propria esperienza per la selezione degli argomenti da trattare e dei docenti del Master, molti dei quali individuati tra i propri collaboratori.La sinergia tra i soggetti è confluita nel presente Master “Analista del Rischio Sismico”, coordinato per quanto concerne gli aspetti tecnici ed amministrativi dalla Fondazione Le Vele di Pavia.Previsti per gli Ingegneri 120 CFP.

  • A.A.: 2018/2019
  • Iscrizioni sempre aperte
  • Rilascio credenziali entro 48 ore
  • Prezzo: 1900 €
  • CFU: 60
  • Durata: 1500 ore
  • Decreto Attivazione
  • Scheda

TEMATICA SSD CFU
Sismologia, geotecnica simica e indagini geofisiche avanzate   8
Vulnerabilità sismica del cemento armato (strutture, infrastrutture e ponti).   8
Vulnerabilità sismica della muratura (nuova ed esistente)   8
Vulnerabilità sismica dei prefabbricati e degli impianti industriali   8
Vulnerabilità sismica degli elementi non strutturali e delle strutture in acciaio   6
Vulnerabilità, pericolosità e rischio sismico   6
Diagnosi degli edifici e rilievo del danno   6
Stage/ Project Work   5
Tesi e discussione finale   5

 

All'interno delle finalità generali di sviluppo e sperimentazione delle didattiche tecnico-scientifiche, l’obiettivo specifico della presente proposta è quello di creare una figura professionale competente  in grado di intervenire in numerosi ambiti a livello nazionale ed internazionale. Al termine del Master il discente sarà in grado di:

  • valutare compiutamente l’insieme delle problematiche connesse con il rischio sismico,   nell'ottica di un superamento del tradizionale e inadeguato modo di procedere per somma di valutazioni separate e indipendenti di sismologi, geologi, ingegneri e pianificatori;
  • promuovere la definizione di interventi di riduzione del rischio sismico;
  • valutare le possibili conseguenze dell’azione sismica sugli edifici e sul territorio;
  • caratterizzare l’azione sismica e valutare come le condizioni geotecniche e geologiche locali influenzino la risposta dei terreni superficiali all’attraversamento delle onde sismiche;
  • individuare gli interventi necessari alla mitigazione delle conseguenze di eventi sismici.

Nel contempo, il percorso si propone di fornire un valore aggiunto alle conoscenze di base dei partecipanti, da spendere in soggetti pubblici in ambito regionale, nazionale e internazionale oltre che in settori privati quali ricerca, industria, impresa, assicurazioni, informazione multi-settoriale e divulgazione scientifica.

Al Master di I Livello per Analista del Rischio Sismico possono accedere i possessori di laurea  in Ingegneria civile, energetica e nucleare, gestionale, per l'ambiente e il territorio; laurea ordinamento previgente o triennale o specialistica o magistrale o titolo equipollente in Ingegneria Civile, Ambientale ed Edile, in Ingegneria Gestionale, in Architettura.

Una volta perfezionata l’iscrizione, il corsista riceve le credenziali necessarie per accedere alla piattaforma telematica “PegasOnLine”, dove potrà reperire tutti gli strumenti didattici elaborati e a sua disposizione 24h su 24h:

  • Lezioni video on-line;
  • Documenti cartacei appositamente preparati;
  • Bibliografia;
  • Sitografia (link di riferimento consigliati dal docente per approfondimento);
  • Test di valutazione.

Gli esami si terranno presso la sede di Napoli, Milano, Roma e Palermo.
Previo il raggiungimento di un numero minimo di candidati pari a 50 gli esami potranno essere svolti nelle altre sedi d'esame dell'Ateneo in Italia.

L’erogazione del Master si svolgerà in modalità e-learning, con piattaforma accessibile 24 ore/24.Il modello di sistema e-learning adottato prevede l’apprendimento assistito lungo un percorso formativo predeterminato, con accesso a materiali didattici sviluppati appositamente e fruibili in rete. Lo studio dei materiali didattici digitali (video lezioni dei docenti con animazioni grafiche) e a stampa (dispense e/o testi) avviene di regola secondo tempi e disponibilità del singolo corsista durante le 24 ore della giornata.La prova finale in presenza, si svolgerà a Pavia e presso tutte le sedi Pegaso dove si raggiungerà un minimo di 30 iscritti.Al termine del Master ed a seguito della valutazione dell’impegno individuale e dell’esito positivo della prova finale, sarà rilasciato il DIPLOMA DI MASTER DI I LIVELLO con l’indicazione del riconoscimento di 60 Crediti Formativi Universitari.In fase di accreditamento presso il Consiglio Nazionale degli Ingegneri con il riconoscimento di 120 CFP,  richiesto dalla Fondazione Le Vele - Ente accreditato presso il CNI.

Ai corsisti vengono richiesti i seguenti adempimenti:

  • studio del materiale didattico, video e scritto, appositamente preparato;
  • superamento delle prove di autovalutazione on-line;
  • prova finale (questionario a scelta multipla);
  • Stesura di una tesina finale relativa ad un argomento trattato dal corso, i discenti che la supereranno otterranno il titolo di “Master Universitario di I livello in Analista del Rischio sismico”.

Sono richiesti i seguenti titoli di ammissione:

  • diploma di laurea quinquennale del previgente ordinamento;
  • diploma di laurea triennale e/o laurea magistrale.

MA831 - BIM Manager (1° Edizione)In Italia le applicazioni gestionali correlate al Building information model (Bim) sono ancora una nicchia per pochi appassionati, ma ci si sta muovendo. Le tecnologie sono già disponibili, assicurano gli operatori. Bisogna conoscerle e ridisegnare i processi di progettazione edilizia.Il percorso formativo è focalizzato sulla formazione dei BIM Manager ovvero professionisti nell'ambito di progetti integrati. Il corso parte da quanto definito dal Parlamento europeo in materia di appalti (European Union Public Procurement Directive, EUPPD) e nell’impiego del BIM nelle attività di progettazione nel settore delle costruzioni per le opere pubbliche realizzate con fondi della Unione Europea a partire dal 2016.Nella progettazione architettonica, non si disegna più una semplice pianta, sezione o prospetto di un edificio ma si realizza un solido tridimensionale nel quale, ad ogni elemento costruttivo, sono associati dei valori numerici relativi alle dimensioni, alla posizione, ai materiali di cui è composto, permettendo un controllo diretto delle interazioni tra le varie componenti l'edificio. Con i software Bim le piante, i prospetti e qualunque modellino serva, sono automaticamente generati dal programma e vengono aggiornati a ogni minima modifica dei parametri, impedendo i classici errori di distrazione, tipici del disegno a mano e con il Cad.Il Bim è stato recentemente al centro della presentazione dell'ultimo rapporto congiunturale sul mercato delle costruzioni pubblicato dal Cresme: la "rivoluzione Bim" viene presentata come la soluzione per poter abbattere i costi nella filiera, con stime fino al 30%, anche oltre l'obiettivo del 20% a cui puntano le politiche europee. Il Cresme cita proprio il Bim tra le «nuove aree dell'innovazione negli anni 2010-2020». Nasce così l'esigenza di preparare le figure professionali chiave in grado di gestire questo cambiamento e le nuove tecnologie. I bim manager sono oggi tra le figure professionali più richieste e remunerate in campo internazionale: si pongono come esperti nell'impostazione delle modellazione 3D, delle procedure progettuali, delle tecniche per comunicare il progetto a vantaggio della proprietà, delle stazioni appaltanti, dei developer e dei contractor.

  • A.A.: 2018/2019
  • Iscrizioni sempre aperte
  • Rilascio credenziali entro 48 ore
  • Prezzo: 1200 €
  • CFU: 60
  • Durata: 1500 ore
  • Decreto Attivazione
  • Scheda

TEMATICA SSD CFU
Quadro Normativo e BIM. La direttiva Europea sugli Appalti Pubblici   5
Data Management e gestione dei dati   5
Progettazione BIM based. Configurazione del Sistema informativo di commessa   5
Modellazione Architettonica BIM   10
Modellazione Strutturale BIM   10
Modellazione Impiantistica BIM   10
Project Work con Stage   10
Tesi e discussione finale   5

 

Il master si pone come finalità la formazione di un tecnico qualificato alla gestione del processo di progettazione integrata. In linea con quanto definito dal Parlamento europeo in materia di appalti (European Union Public Procurement Directive, EUPPD) e l'impiego del BIM nelle attività di progettazione nel settore delle costruzioni per le opere pubbliche realizzate con fondi della Unione Europea a partire dal 2016, il corso si articola in percorsi formativi basati su normative di riferimento, trattamento dei dati e responsabilità oggettive oltre che con una formazione tecnico specialistica sull’impiego di alcune applicazioni. Alcune basi teoriche ed applicative consentiranno agli studenti di gestire i files e i progetti redatti in ambito di progettazione integrata. Verranno illustrati alcuni software di uso comune e la funzionalità nonché gli ambiti di applicazione.La formazione di base, consentirà di avere una chiara idea di quelle che possono essere le prospettive di miglioramento nella gestione degli appalti, la validazione del progetto e il controllo delle interferenze, nonché l’avanzamento lavori. Particolare importanza viene data ai project work su casi studio. Il percorso formativo è focalizzato sulle tematiche legate agli strumenti per la progettazione integrata BIM. La progettazione architettonica, impiantistica, energetica, strutturale, la gestione dei cantieri e la gestione degli edifici saranno supportati da strumenti software fra loro compatibili, in logica BIM per soluzioni aderenti al caso nuovi edifici ed infrastrutture, che nel recupero del patrimonio edilizio, culturale ed infrastrutturale esistente.

Una volta perfezionata l’iscrizione, il corsista riceve le credenziali necessarie per accedere alla piattaforma telematica, dove potrà ritrovare tutti gli strumenti didattici elaborati a sua disposizione:

  1. Lezioni video on-line;
  2. documenti cartacei appositamente preparati;
  3. bibliografie;
  4. sitografia (link di riferimento consigliati dal docente per approfondimento);
  5. test di valutazione.

Gli esami si terranno presso la sede di Napoli, Milano, Roma e Palermo.
Previo il raggiungimento di un numero minimo di candidati pari a 50 gli esami potranno essere svolti nelle altre sedi d'esame dell'Ateneo in Italia.

Ai corsisti vengono richiesti i seguenti adempimenti:

  • studio del materiale didattico, video e scritto, appositamente preparato;
  • superamento dei test di valutazioneon-line;
  • superamento della prova finale in presenza.

Il corso potrà prevedere degli incontri in presenza ad integrazione delle attività formative.Gli esami si terranno presso la sede di Napoli. Previo il raggiungimento di un numero minimo di candidati pari a 50 gli esami potranno essere svolti nelle sedi d'esame, in Italia, dell'Ateneo.

{/slider}

Diploma di laurea triennale e/o laurea magistrale.

MA830 - Ruoli e Responsabilità nella P.A. (1° Edizione)

Il Master si propone di approfondire gli aspetti teorici e pratici della gestione della spesa pubblica: dall’analisi dei fabbisogni della comunità sino alla stipula dei relativi contratti. Attraverso un approccio multidisciplinare, il corso si propone una formazione altamente specializzante finalizzata a conseguire tutte le competenze, di tipo legale, tecnico e contabile, per affrontare le problematiche inerenti la governance economica della p.a. e degli enti locali.

  • A.A.: 2018/2019
  • Iscrizioni sempre aperte
  • Rilascio credenziali entro 48 ore
  • Prezzo: 1200 €
  • CFU: 60
  • Durata: 1500 ore
  • Decreto Attivazione
  • Scheda

TEMATICA SSD CFU
Diritto amministrativo e degli enti locali IUS 10 IUS 10 9
Diritto della contabilità pubblica IUS 10 IUS 10 9
Diritto tributario IUS 12 IUS 12 9
Finanza degli enti locali SECS P 03 SECS P 03 9
Principi costituzionali   6
I contratti della P.A. IUS 01 IUS 01 6
Diritto penale amministrativo IUS 17 IUS 17 6
Gestione dei progetti e finanziamenti comunitari   6

 

Il Master è rivolto ai dirigenti e funzionari della p.a. e degli enti locali che siano responsabili della gestione de del controllo della spesa pubblica.

Una volta perfezionata l’iscrizione, il corsista riceve le credenziali necessarie per accedere alla piattaforma telematica, dove potrà ritrovare tutti gli strumenti didattici elaborati a sua disposizione:

  1. Lezioni video on-line;
  2. documenti cartacei appositamente preparati;
  3. bibliografie;
  4. sitografia (link di riferimento consigliati dal docente per approfondimento);
  5. test di valutazione.

Gli esami si terranno presso la sede di Napoli, Milano, Roma e Palermo.
Previo il raggiungimento di un numero minimo di candidati pari a 50 gli esami potranno essere svolti nelle altre sedi d'esame dell'Ateneo in Italia.

Ai corsisti vengono richiesti i seguenti adempimenti:

  • studio del materiale didattico, video e scritto, appositamente preparato;
  • superamento dei test di valutazioneon-line;
  • superamento della prova finale in presenza.

Il corso potrà prevedere degli incontri in presenza ad integrazione delle attività formative.

Diploma di laurea triennale e/o laurea magistrale.

MA787 - Project Management nel Settore delle Costruzioni (3° Edizione)

Il Master mira alla formazione della figura professionale-dirigenziale del Project Manager – Responsabile di Commessa, con riferimento anche se non esclusivo al settore delle costruzioni. Esso fornirà conoscenze in merito all’acquisizione di competenze tecniche, economiche e legali che permetteranno di gestire il ciclo di vita di una commessa, dalla valutazione della proposta al completamento del progetto. Il master è indirizzato a quei soggetti, che in futuro intendano occupare ruoli gestionali nel settore dei lavori pubblici e privati, nel Project Financing e nella Promozione Immobiliare.  

  • A.A.: 2018/2019
  • Iscrizioni sempre aperte
  • Rilascio credenziali entro 48 ore
  • Prezzo: 1200 €
  • CFU: 60
  • Durata: 1500 ore
  • Scheda

TEMATICA SSD CFU
Legislazione delle gare e degli appalti pubblici   5
Economia e Gestione d’Impresa   5
Estimo ed Aspetti tecnico-economici nella gestione del cantiere   5
Scienza e Tecnica delle Costruzioni   10
Tecnologia dell’architettura e del Recupero   10
Sistemi Impiantistici a scala urbana e degli edifici   5
Sistemi di Elaborazione dell’Informazione   5
Project Management   5
Organizzazione e Sicurezza del Cantiere   5
Tesi e discussione finale   5

 

Saranno fornite nozioni fondamentali per una efficace comprensione e svolgimento delle funzioni tecniche connesse con la fase esecutiva del processo edilizio, con moduli formativi di carattere interdisciplinare mirati a potenziare le competenze organizzative e gestionali attraverso azioni mirate a perfezionare le capacità di utilizzare metodologie e tecniche di analisi e progettazione organizzativa, per facilitare la fase di attuazione e gestione delle soluzioni tecnico-procedurali di settore. La formazione sarà mirata a fornire conoscenze adeguate nel campo dell’analisi di fattibilità tecnico-economica dei progetti, della pianificazione e controllo, della gestione della contrattualistica, dell’analisi del rischio, della gestione della sicurezza e della qualità.

Una volta perfezionata l’iscrizione, il corsista riceve le credenziali necessarie per accedere alla piattaforma telematica, dove potrà ritrovare tutti gli strumenti didattici elaborati a sua disposizione:

  1. Lezioni video on-line;
  2. documenti cartacei appositamente preparati;
  3. bibliografie;
  4. sitografia (link di riferimento consigliati dal docente per approfondimento);
  5. test di valutazione.

Gli esami si terranno presso la sede di Napoli, Milano, Roma e Palermo.
Previo il raggiungimento di un numero minimo di candidati pari a 50 gli esami potranno essere svolti nelle altre sedi d'esame dell'Ateneo in Italia.

Ai corsisti vengono richiesti i seguenti adempimenti:

  • studio del materiale didattico, video e scritto, appositamente preparato;
  • superamento dei test di valutazioneon-line;
  • superamento della prova finale in presenza.

Il corso potrà prevedere degli incontri in presenza ad integrazione delle attività formative.

Diploma di laurea triennale e/o laurea magistrale.

MA786 - Risk and Disaster Management (3° Edizione)Il Master propone un’offerta formativa interdisciplinare tra il settore della giurisprudenza e quello di ingegneria.Le esperienze degli ultimi gravi catastrofi e la tendenza scoraggiante di disastri in tutto il paese hanno messo in chiaro che è necessario un approccio olistico per Disaster Management per ridurre sostanzialmente le perdite disastro.Non è solo la risposta per far fronte alle conseguenze dei disastri che deve essere più efficace e professionale, ma ancor di più gli sforzi per valutare e ridurre i rischi in anticipo e per recuperare dopo.Questi tre processi principali di gestione dei disastri – Riduzione degli eventi da disastro, risposta e recupero - hanno obiettivi distintivi e sono ugualmente importanti e si sovrappongono l'un l'altro, e dovranno essere incorporati in tutte le decisioni Disaster Management. La gestione dei disastri dovrebbe basarsi su un fondamento sociale, politico, culturale, economico e ambientalmente sostenibile.Il Master rappresenta una utile guida su tematiche di base nella preparazione di chi si occupa di Protezione Civile.

  • A.A.: 2018/2019
  • Iscrizioni sempre aperte
  • Rilascio credenziali entro 48 ore
  • Prezzo: 1200 €
  • CFU: 60
  • Durata: 1500 ore
  • Scheda

TEMATICA SSD CFU
Quadro normativo e giuridico in materia di protezione Civile   5
Rischio Idrogeologico   5
Rischio Sismico e tutela dei Beni Culturali   5
Rischio Vulcanico ed Ambientale   5
Rischio Idraulico, Costiero e Marittimo   5
Pianificazione dell’Emergenza   3
Sistemi di Cartografia interattiva e Sistemi di Monitoraggio   6
Banche Dati, Gestione delle informazioni ed il ruolo dei Social Network   4
Psicologia e Gestione delle Emergenze   4
Modello di intervento della Protezione Civile e Coordinamento   2
Teoria e Metodologia della Comunicazione di emergenza   3
Competenze ed organizzazione degli Enti e del Volontariato   3
Project Work / Stage   5
Tesi e discussione finale   5

 

La figura dei Disaster Manager si rende necessaria per formare soggetti in grado di mettere a sistema risorse locali attualmente estranee ai processi di determinazione della capacità delle varie professionalità e di esercitare una funzione di interconnessione con le competenze affidate agli Enti Locali e le componenti del Servizio Nazionale della Protezione Civile al fine di integrare l’attività di pianificazione funzionale ai nuovi indirizzi normativi, alle moderne metodologie e alle esigenze del territorio.Il Master ha come finalità la formazione di personale esperto in gradi di:dimostrare la conoscenza dei framework umanitari, le norme, i principi e codici di condotta internazionali;dimostrare la conoscenza e la ricerca basata una comprensione completa dei tre processi interconnessi di gestione delle catastrofi (riduzione del rischio di catastrofi, risposta e recupero) nonché individuare le sfide scientifiche all'interno delle aree;dimostrare una conoscenza approfondita della complessa interrelazione delle parti interessate nell'ambito del campo di evoluzione della gestione delle catastrofi.Inoltre essi dovranno avere una comprensione della complessità di vulnerabilità nei disastri e la capacità di relazionarsi con i problemi di salute, socio-economico, politico, fisico e ambientale vulnerabilità.

Una volta perfezionata l’iscrizione, il corsista riceve le credenziali necessarie per accedere alla piattaforma telematica, dove potrà ritrovare tutti gli strumenti didattici elaborati a sua disposizione:

  1. Lezioni video on-line;
  2. documenti cartacei appositamente preparati;
  3. bibliografie;
  4. sitografia (link di riferimento consigliati dal docente per approfondimento);
  5. test di valutazione.

Gli esami si terranno presso la sede di Napoli, Milano, Roma e Palermo.
Previo il raggiungimento di un numero minimo di candidati pari a 50 gli esami potranno essere svolti nelle altre sedi d'esame dell'Ateneo in Italia.

Ai corsisti vengono richiesti i seguenti adempimenti:

  • studio del materiale didattico, video e scritto, appositamente preparato;
  • superamento dei test di valutazioneon-line;
  • superamento della prova finale in presenza.

Il corso potrà prevedere degli incontri in presenza ad integrazione delle attività formative.

Diploma di laurea triennale e/o laurea magistrale.